mercoledì 12 giugno 2013

Fashion Camp 2013. La mia esperienza.


Sabato 8 giugno sono stata al Fashion Camp 2013 alla Cattedrale della Fabbrica del Vapore a Milano.
Il Fashion Camp, giunto alla quarta edizione, è una manifestazione di due giorni aperta al pubblico dedicata all'evoluzione del sistema Fashion.
Caterina Di Iorgi, giornalista e blogger, scrive: "Ciò che fino allo scorso anno è stato considerato il futuro della moda è oggi un presente digitale che rivoluziona i confini di un sistema complesso grazie al nascere ed all'affermarsi di tecnologie avanzate, nuove professioni ed alla configurazione di una vera a propria fashion community." 

FashionCamp - Fabbrica del Vapore - Milano

Due giorni pieni di iniziative, di workshop, 50 le unconferences e 15 i nuovi designer da scoprire al Temporary Shop, vetrina dei nuovi brand di abbigliamento ed accessori prodotti artiginalmente ed interamente Made in Italy. In più la tavola rotonda "Bloggers Meet Brand" per fare chiarezza sui rapporti tra blogger ed aziende con la partecipazione di blogger, Digital PR e rappresentanti di aziende.  

Vis à Vis - art, fashion, blog

Vis à Vis - art, fashion, blog 

Una full emersion nel mondo della moda, della tecnologia, della innovazione e della sperimentazione. La possibilità di ascoltare le esperienze di altri blogger affermati, le opinioni dei Digital PR, capire le richieste e la aspettative delle aziende in confronto ai blogger. L'opportunità di parlare e di confrontarsi con i giovani designer, di esprimere la propria opinione e di trasmettere ancora più entusiasmo attraverso i propri complimenti, là dove certo l'entusiasmo ed il coraggio non mancano ! 

Di tutte le unconferences che ho seguito ho apprezzato maggiormente ( senza nulla togliere a tutte le altre ! )
- Sbaam: un giovane social network interamente dedicato alla moda, dove amanti di fashion, esperti del settore e brand possono pubblicare tendenze e discutere di moda ... secondo me una validissima alternativa a Fashiolista o Chicisimo.  
- Yves Saint Laurent Beauté: l'intervento emozionante della Sig.ra Chiara Allegri, Direttore Marketing & Sales YSL Beauté, che ha raccontato accompagnato da uno sliding show mozzafiato un po' della storia della Maison Yves Saint Laurent, dell'arrivo di Hedi Slimane e la rinascita del  
Prêt-à-Porter Saint Laurent, dei nuovi testimonial Cara Delevingne per la campagna Baby Doll Mascara e Garrett Hedlund per La Nuit de L'Homme.

Mrs. Chiara Allegri - Yves Saint Laurent Beauté

- QUAG: la nuova piattaforma di ricerca social, basata sugli interessi comuni di chi fa le stesse ricerche. "I am my own brand. Me."
- Esclamativo Donna: una vera e propria iniezione di energia e di entusiasmo con l'intervento della Sig.ra Benedetta Ruggeri, Presidentessa !D, una associazione senza fini di lucro dedicata alla creatività al femminile ed il talento delle donne nei settori d'eccellenza del Made-in-Italy moda, design, danza, arte e food e le parole della Sig.ra (segue nome) sull'esigenza del "Rinascimento" che ci hanno commosso tutti  

Mrs. Angela Giannini Donadelli for !D Escalamativo Donna


- PashionVictim: il perfetto luogo d'incontro tra fashion blogger e brand emergenti da cui nasce lo stile di domani,  proposte stilistiche del futuro e nuove collaborazioni. Le parole del Sig. Matteo Margini (okay, qui lo dico e qui lo nego: il più figo di tutta la manifestazione !) e lo sliding show mi hanno dato una scossa tremenda, dopo vi spiego il perché .....  

PashionVictim


Interessantissima la tavola rotonda "Bloggers Meet Brand" dove, attraverso una chiacchierata informale, si ha cercato di fare chiarezza sui rapporti tra bloggers e aziende trattando i seguenti argomenti: 
Come sceglie un'azienda il suo blogger testimonial ? Cosa interessa all'azienda: la quantità delle visite sul blog e pertanto la visibilità o la qualità del blog stesso ? Regalo gratuito per un post o collaborazione con lo sviluppo di un progetto ? Alle aziende arrivano proposte di collaborazioni da parte di blogger alla ricerca di pubblicità senza progettualità. Impossibile oggi rifiutarsi di capire le dinamiche digitali; il contrasto tra PR tradizionali e Digital PR .... e tanti altri argomenti. 

tavola rotonda "Bloggers Meet Brand"

Infine ho visitato il Temporary Shop, lo spazio dedicato ai giovani designer, un ampio spazio luminoso come vetrina per dare loro la possibilità di esporre, di farsi conoscere e di vendere le loro creazioni. Una fantastica testimonianza di artigianalità , del Made in Italy, di entusiasmo, di coraggio e di speranza.
Dedicherò un post separato ai brand che mi sono piaciuti di più e che hanno catturato di più la mia attenzione. 

Temporary Shop

Temporary Shop

Io ho passato una giornata bellissima al Fashion Camp, un'esperienza importante per me in veste di neo-blogger ! Ho avuto modo di incontrare ed ascoltare grandi professionisti e persone con un'energia ed un entusiasmo travolgente !
Ma la cosa più importante per me è il fatto che, grazie alla mia visita al Fashion Camp e grazie alle parole del Sig. Matteo Margini della PashionVictim "Be spontaneous ! Be original ! Discover !!" ho capito in quale direzione voglio sviluppare il mio BloggHer women's kaleidoscope ! 

il mio mantra, grazie a PashionVictim  


Chiudo citando le parole della Sig.ra Arianna Chieli, ideatrice dell'evento e donna di grande fascino: "Il mercato chiede a gran voce professionalità legata al digitale. Se le nuove generazioni sapranno declinare le nuove tecnologie con la sapienza antica di mestieri e tradizioni tutte italiane sarà una grande opportunità per tutto il comparto moda. Il Fashion Camp indaga da quattro anni le più interessanti realtà innovative del settore ed anche quest'anno non sarà da meno. Racconteremo l'evoluzione di uno scenario. Moda e tecnologia insieme producono cultura, lavoro e reddito, dando nuova linfa ad un settore che resta uno dei capisaldi del Made in Italy."

Mrs. Arianna Chieli



Il prossimo post sarà interamente dedicato ai giovani designer del Temporary Shop.
Per avere ulteriori informazioni potete visitare il sito www.fashioncamp.it oppure la pagina FB. L'articolo completo della Sig.ra Caterina di Iorgi lo trovate su http://styleandfashion.blogosfere.it/2013/06/fashion-camp-milano-2013-il-focus-sulla-moda-e-le-nuove-tecnologie-il-programma-e-tutte-le-info.html   

images BloggHer women's kaleidoscope, courtesy of Fashion Camp and PashionVictim  
    

14 commenti:

  1. molto interessante...bel post!

    RispondiElimina
  2. Wie Du ja weißt verstehe ich kein Wort *lach* aber die Bildr sehen echt vielversprechend aus :)

    LG aus der EDELFABRIK
    Chrissie

    RispondiElimina
  3. Questo pezzo è scritto benissimo ed è stato davvero un piacere leggerlo, potrebbe sembrare un complimento stupido ma credo che ci sia una grossa fetta di blogger che non sa cosa sappia ordinare sintatticamente una frase e di questo me ne dispiaccio sempre molto.
    Devo dire che questo tipo di articoli ti si addicono, si vede che è stato scritto con passione!

    Ovviamente alla prossima FashionCamp voglio venirci con te che due rocker is megl' che uan ;-) <3

    Aspetto il seguito!

    Eleonora | Gomitolo Blu

    Ps. Se non sei iscritta su Sbaam mi @eleeenoire

    RispondiElimina
  4. Un articolo meraviglioso ! Brava Gildakoral

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio moltissimo caro Anonimo lettore !! ..... ma io non sono la Gildakoral hahahaha sono Martina !!

      Elimina
  5. brava Martina...si vedeva che non eri una blogger qualunque e che conoscevi la sintassi ! a presto, Lalla

    RispondiElimina
  6. In attesa di un post succulento sul temporary shop, mi congratulo per questo recap della giornata intensa che hai vissuto.
    Mi sono piaciute le unconferences che hai selezionato e un paio le avrei ascoltate volentieri anch'io, specie per capire quali strade intraprendere col e per il nostro blog e come rapportarci alle aziende.
    Spero l'anno prossimo di poter partecipare!

    Greta ♡ In Moda Veritas

    RispondiElimina
  7. Ho letto con molto piacere questo post, considerando che abbiamo avuto impressioni molto simili.
    Che peccato non esserci confrontate di persona sul posto: mi auguro possa verificarsi una prossima occasione, sarebbe un vero piacere scambiare quattro/otto chiacchiere ^^

    RispondiElimina
  8. Mi sarebbe piaciuto partecipare. Avevo già sentito parlare della tavola rotonda, argomento davvero interessante. Condivido il tuo mantra,sei forte Marty!!!!
    Enjoy your sunday darling!!!

    RispondiElimina
  9. Have a great start to the week darling!

    RispondiElimina
  10. La prima volta che visito il tuo blog(mea culpa!)e mi imbatto nella lettura di questo post davvero interessante,mi hai condotto al tuo fianco all'interno di questo evento con sapiente maestria di sintesi ed esposizione e ne sono rimasta affascinata,complimenti davvero!
    Da oggi è d'obbligo seguirti
    Buon lavoro
    Baci

    RispondiElimina
  11. Sono stata un po' latitante causa immersione senza bombola d'ossigeno nel lavoro e torno giusto in tempo per questo bellissimo post.
    Mi piace molto la ventata di creatività che traspare e non vedo l'oro di leggere meglio dei temporary shop! Confido nel tuo gusto per evidenziare quelli più significativi!

    RispondiElimina